Google vende Galaxy Nexus sul Play Store: ma non è cosa per noi

Pin It

Dopo due anni Google ci riprova. Eccola, appena inaugurata, la nuova sezione del Play Store tutta dedicata ai dispositivi: apre le danze il Galaxy Nexus unlocked a 399$.

Ma godetevi l’immagine di anteprima… almeno per il momento, è tutto quello che vedremo noi.

 

 

Eccola lì: nuova, scintillante, limitata agli Stati Uniti – anche se pare che Big G voglia espandere l’orizzonte a più paesi quanto prima. Il che sarà necessario, se hanno veramente intenzione di usare la piattaforma per vendere il primo tablet pure Google.

Sia chiaro, non è stato fatto alcun annuncio ufficiale in proposito, ma sembrerebbe la conclusione più logica. Aprire una nuova sezione del Play Store per distribuire UN solo dispositivo? Difficile da credere. È indubbio che i tablet stanno andando a ricoprire una fetta di mercato sostanzialmente diversa da quella degli smartphone, aspetto che si sta riflettendo inevitabilmente anche sulle applicazioni – sono sempre più i prodotti del Play Store concepiti e limitati a quel tipo di dispositivo. Certo, meglio sperare che per allora l’Italia sarà stata inclusa nei giochi, o la questione per noi si farà più difficile.

Meglio sperare, anche, in un esito migliore di quanto successe la prima volta che Big G ha deciso di vendere direttamente un suo smartphone: vale a dire il Nexus One nel 2010, venduto da Google, prodotto da HTC e legato alla T-Mobile. Non solo era un problema sapere a chi rivolgersi in caso di problemi, ma l’Assistenza Clienti di Google non era nemmeno pronta a far fronte alle richieste in tempi ragionevoli. Non a caso il Nexus S è stato distribuito tramite Best Buy. Sembra che molti dei problemi originali siano stati risolti. Vendere il Galaxy Nexus libero da vincoli a una qualche compagnia telefonica certo aiuta in questo senso.

Che dire, staremo a vedere i prossimi sviluppi. Non possiamo fare molto di più.

[Via]